Enrico Mentana presenta Film Evento: La Passione di Cristo

Quando il cinema va oltre il cinema e diventa riflessione e dibattito. Enrico Mentana presenta Film Evento: La Passione di Cristo di Mel Gibson, in onda questa sera dalle ore 21,10 su La7 e per la prima volta anche in HD sul canale 507 del digitale terrestre. Un film che ha osato più di ogni altro scatenando feroci polemiche. Un indagine sul mistero religioso, un’opera d’arte, un film violentemente antisemita?

Al termine della pellicola, Mentana condurrà il dibattito con vari ospiti in studio, dopo il successo della precedente serata Film Evento andata in onda circa due mesi fa e dedicata a Il Divo di Paolo Sorrentino.

Annunci

6 pensieri riguardo “Enrico Mentana presenta Film Evento: La Passione di Cristo”

  1. sono Felice che la figura del cioccolataio l’abbia fatta il Riccetto sò tutto…grande bestemmiatore e persona di dubbio gusto… comunque il caro Don enzo tacca dovrebbe avere spazi multi mediatici affichè la tanto compiaciuta ignoranza divulgata sia smentita da un frate atnto attento come Lui . 500 iscritti alla scuola di preghiera nò caramelle…
    rapu

    Mi piace

  2. Ho apprezzato molto il film senza interruzioni pubblicitarie, ha permesso di godere di ogni istante. Peccato che il dibattito successivo abbia sminuito il film stesso, ma – secondo me – anche la figura di Gesù. Contenstando la violenza del film si è quasi arrivati a sostenere che Gesù non abbia poi così sofferto… tant’è che si ha detto che la Via Crucis nn esiste nel Vangelo e che è una sorta di invenzione cinematografica.
    Ma la flagellazione è la flagellazione… la carne salta via davvero. e Gesù è stato “percosso” … non ho capito davvero quale voleva essere lo scopo di questo dibattito. Mi è quasi sembrato che volessero dire che Gesù non ha sofferto, e che quindi in fondo in fondo tutto il discorso religioso sul dolore non ha senso.
    La figura degli “ignoranti” circa la persona Cristo l’hanno fatta il bel Mentana e gli ospiti illustri .. peccato, occasione persa.

    Mi piace

  3. Rispondo alla domanda posta questa sera “Che cosa si può fare per contrastare questa ignoranza sulla figura del Cristo?”. Posso testimoniare che esistono varie realtà in Roma, ed anche fuori, di bravissimi sacerdoti che stanno guidando scuole di studio della Bibbia. In particolare io frequento la Scuola di preghiera e della scrutatio tenuta presso la Grotta delle Madonna delle tre fontane a Roma dal frate Padre Enzo Tacca. A tale scuola, iniziata 9 anni fa, partecipano oltre 500 persone.
    Un’altra interessantissima iniziativa è tenuta, ormai da diversi anni da Don Fabio Rosini che spiega i 10 comandamenti. Alla sua iniziativa partecipano ogni domenica anche 700-800 persone.
    Per favore parlate di queste pregevoli ed importantissime iniziative perché tante persone hanno bisogno di capire chi è veramente Gesù, il Cristo.

    Mi piace

  4. Rispondendo alla domanda: “Che cosa si può fare rispetto a questa ignoranza sulla figura del Cristo?”
    Posso dire che esistono varie realtà in Roma e fuori di validi sacerdoti che stanno costituendo dei gruppi di studio della Bibbia esattamente come fanno gli ebrei, Un esempio é la Scuola di preghiera tenuta presso loa grotta delle tre fontane dal frate Enzo Tacca. Tale scuola è seguita da oltre 500 persone.

    Mi piace

  5. un fim per una storia troppo importante ,ma la sua crudezza in certi momenti e’ troppo ridicola ….peccato queste esagerazioni .Poi un’altra cosa importante : davanti a Pilato gli Ebrei hanno urlato “il sangue suo ricada su di noi e sui nostri figli” (mi sbaglio ?)nella traduzione italiana non c’e’ ………perche’ ?
    saluti

    Mi piace

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...