Ascolti Tv, Rassegna stampa

Boom di ascolti per il ritorno del Rischiatutto: oltre 7 milioni di telespettatori

Rischiatutto Fiorello Fazio
Fiorello “materia vivente” del Rischiatutto

Clamoroso successo per il ritorno del Rischiatutto, in onda con due appuntamenti speciali su Rai1 giovedì 21 e venerdì 22 aprile. Lo storico quiz di Mike Bongiorno, rivisitato da Fabio Fazio, ha conquistato ben 7 milioni 537 mila telespettatori, pari al 30.79% di share, nella prima puntata e 7 milioni 204 mila, pari al 28.8% di share, nella seconda.

Per il direttore generale della Rai Antonio Campo Dall’Orto il successo di Rischiatutto rafforza la missione del Servizio Pubblico. Infatti, come scrive in una nota ufficiale:

Lo straordinario successo delle due serate del Rischiatutto ideato da Fabio Fazio – non solo conduttore ma anche showrunner, in una logica che RAI vuole imporre con forza, ovvero quella del talento e delle idee come prima forza motrice del prodotto – è una grande soddisfazione per tutti noi. Un prodotto di cultura popolare che riesce ad essere al tempo stesso raffinato e universale è l’indicazione più chiara che il cammino che abbiamo intrapreso muove verso la direzione giusta. Un programma patrimonio della storia della cultura italiana è stato rielaborato in un progetto che sposa alla perfezione la nuova filosofia aziendale nella quale talento, qualità e contemporaneità possano scrivere pagine nuove nel grande libro della storia della Rai. Gli ottimi risultati di ascolto registrati nelle due serate sono dunque il risultato, oltre che di una brillante collaborazione tra le reti RAI,  dell’efficacia del lavoro svolto dalle  nostre grandi professionalità: dai tecnici agli autori e a tutti i dirigenti che in questi mesi si sono impegnati con passione per raggiungere questo obiettivo. Grazie a tutti loro; grazie innanzitutto a Fabio Fazio che, oltre che guidare una squadra straordinaria è stato in grado di attrarre altri artisti, che da tempo mancavano dagli schermi televisivi. In particolare, il nostro ringraziamento va al fuoriclasse dell’intrattenimento italiano, Rosario Fiorello, che ci ha nuovamente offerto il privilegio di godere del suo immenso talento e della sua grande generosità umana

Per il critico del Corriere della Sera Aldo Grasso, Fazio ha celebrato con Rischiatutto un piccolo rito sacrificale: ha ucciso il padre, Mike:

Cerco di spiegarmi le due serate introduttive del remake di Rischiatutto. Apparentemente hanno svolto la funzione di richiamare alla memoria il meccanismo del gioco (anche se il pubblico di Rai1 non l’ha certamente dimenticato) e sono serviti a Fabio Fazio a mettere fra virgolette, come piace a lui, il passato televisivo. A non rifare uno dei quiz più fortunati della storia della tv italiana ma a giocare con quel format. E per dare il senso della meta-televisione servono i cosiddetti vip, i soli in grado di mettere in gioco non se stessi ma il loro personaggio. Mettiamoci anche che le due serate sono state utilizzate per un’operazione di scarico nostalgico: le immagini in bianco e nero, il vecchio studio come cimelio e come altare, gli eredi di Mike. Gli ascolti sono andati bene e quindi non ci sarebbe altro da aggiungere. Ma le serate me le spiego anche così: ho usato la parola altare non a caso perché sono convinto che Fazio ha celebrato una piccolo rito sacrificale. Non per fare della psicoanalisi d’accatto, ma Fabio ha ucciso il padre, Mike, sorgente della norma (c’è una norma più norma dei quiz?). In termini simbolici, ovviamente. I miti greci sono pieni di dei che combattono il padre e lo detronizzano, Zeus su tutti. Ma siccome Fazio ha fama di conduttore garbato, educato e gentile (non è un buonista, però), l’uccisione è avvenuta sotto forma di omaggio, di atto di ossequio. Il tutto a livello inconscio. Per questo lui non ammetterà mai di aver ordito le due serate per liberarsi, televisivamente parlando, della figura genitoriale.

Advertisements

1 thought on “Boom di ascolti per il ritorno del Rischiatutto: oltre 7 milioni di telespettatori”

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...