Sanremo 2016

La scenografia del Festival di Sanremo 2016

Scenografia Sanremo 2016
La scenografia del Festival di Sanremo 2016 firmata dall’architetto Riccardo Bocchini
L’architetto Riccardo Bocchini firma, per il secondo anno consecutivo, la scenografia del Festival di Sanremo. Quella dell’edizione 2016 racconta lo sbocciare di un fiore: “Dall’apertura sull’asse orizzontale del sipario in ledwall prima concavo e poi convesso, e dall’apertura sull’asse verticale del sipario Kinetic polarizzato” spiega Bocchini. La scala, protagonista di tanti Festival, è reinterpretata, quest’anno, partendo dall’idea del piccolo bicchiere richiudibile: “Le persone della mia generazione – ricorda – lo hanno usato in molte situazioni. E’ davvero un oggetto cult degli anni ’60. E anche questo elemento scenografico ci permetterà di trasformare la scena nella forma, nelle atmosfere e nei colori, personalizzandoli per ogni artista”.
Solo pochi giorni fa Fiorello aveva “spoilerato” su Twitter la scenografia:

La scenografia è impreziosita dalle sculture in policarbonato artistico dello scultore Davide Dall’Osso: “Il maestro è intervenuto con la sua preziosa arte – spiega Bocchini – su alcuni punti della mia scenografia: un connubio tra due arti che arricchisce sicuramente il valore dell’immagine globale. L’idea è quella di cogliere e portare fin dentro la scena di Sanremo quello che gli spagnoli chiamano el duende, lo spirito che possiede l’artista – la sua anima, il suo corpo – nel momento del suo maggior splendore. E questo rappresentano anche le sculture, ballerine, collocate nell’atrio dell’Ariston”. (fonte Ufficio Stampa Rai)
Annunci

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...