Ascolti Tv

Record storico per Don Matteo: oltre 9 milioni per la prima puntata della decima serie

Prima puntata Don Matteo
Il primo episodio della decima serie di Don Matteo. Guest star, Belen Rodriguez

Straordinario risultato per la prima puntata della decima stagione di Don Matteo, con Terence Hill e Nino Frassica. Il primo episodio dal titolo La colpa, con guest star Belen Rodriguez, ha conquistato 9 milioni 677 mila spettatori (33.86% di share) mentre il secondo, intitolato Colpi proibiti, è stato seguito da 8 milioni 657 mila (37.44%). Don Matteo ha coinvolto l’intera platea televisiva. Particolarmente significativo è infatti il successo tra i giovani, con il 30% di share tra i ragazzi fino a 14 anni, e tra le giovani famiglie con il 27% di share nella fascia 25-54 anni.

La première della serie numero dieci ha migliorato anche l’ottimo esordio della precedente: infatti la prima puntata della nona stagione, in onda il 9 gennaio 2014, fu seguita su Rai1 da 8 milioni 759 mila spettatori (29.66%) nel primo episodio e da 8 milioni 89 mila (33.13%) nel secondo.

Quello di ieri è comunque il miglior risultato di sempre, persino superiore a quello registrato dalla prima puntata assoluta della serie, in onda esattamente sedici anni fa, il 7 gennaio 2000: in quell’occassione furono 9 milioni 106 mila, nel primo episodio, e 8 milioni 420 mila, nel secondo, gli spettatori sintonizzati sulla prima rete Rai per seguire le prime vicende del prete-detective.

“Un fenomeno unico a livello internazionale. Nessuna serie, giunta alla decima edizione, ha realizzato il miglior risultato di sempre, toccando ‎10 milioni di spettatori e uno share medio del 35.4”, commenta con soddisfazione la direttrice di Rai Fiction, Eleonora Andreatta. “Il merito di questo risultato ‎targato Rai – continua – è in primo luogo quello  della straordinaria capacità di Terence Hill e di tutto il bravissimo cast, della produzione Lux Vide, della regia e degli autori che hanno saputo costantemente rinnovare le storie, i linguaggi, il ritmo della fiction, restando fedeli alla verità del personaggio e dei suoi valori. E’ un dato importante, perché conferma la capacità del Servizio Pubblico di costruire storie che sedimentino nel tempo e che riescano ad essere trasversali rispetto alle generazioni e alle condizioni più diverse e si conferma così l’alta qualità  di industria seriale”.

Annunci

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...