Fiction&Serie

Su Rai1 Trilussa. Storia d’amore e di poesia con Michele Placido e Monica Guerritore

Trilussa con Michele Placido e Monica GuerritoreMichele Placido è il poeta romano Trilussa nella fiction intitolata Trilussa. Storia d’amore e di poesia, prodotta da Titanus in collaborazione con Rai Fiction, che Rai1 propone in prima serata questa sera e domani. La miniserie, diretta da Lodovico Gasparini, segna il ritorno in tv di uno dei più apprezzati artisti del panorama cinematografico italiano, protagonista sulla rete ammiraglia nei panni del poeta simbolo della romanità e di un’epoca. “Ho accettato di misurarmi con questo grande artista perché amo la poesia e perché Trilussa era un autentico anticonformista – dichiara Placido -. Nelle sue poesie parla della decadenza della politica, argomento attualissimo. Viveva alla giornata, aveva l’incubo di pagare l’affitto, era sempre pieno di debiti e però, pur non vivendo nel lusso, si godeva la vita tra donne, abiti eleganti e teatro. Quando il Presidente della Repubblica Einaudi lo nominò senatore a vita nel 1950, non a caso commentò ‘m’hanno nominato senatore a morté, morì pochi giorni dopo”. Al suo fianco Monica Guerritore, nel ruolo di Rosa, l’inseparabile governante del poeta. “Interpretando questo personaggio – racconta l’attrice – mi sono resa conto con emozione che stavo riportando in vita e ridando voce a una donna vera, che era rimasta nell’ombra e a cui nessuno, prima degli sceneggiatori Pondi, Logli ed Exacoustous, aveva dato una storia. Mi stupisco di questo mistero. Il legame che la unisce a Trilussa è fortissimo. E’ la donna, l’unica, che governa quel mondo e quell’intimità da cui tutti gli altri sono esclusi. Rosa vive per il poeta, lo protegge, lo guida, lo preserva da se stesso, dai debiti e ne condivide le idee”.

La fiction è ambientata nella Roma del 1937 e si concentra sul racconto degli ultimi anni di vita di Carlo Alberto Salustri, in arte Trilussa, ed è liberamente ispirata alla biografia del poeta. Nel cast, Valentina Corti è la giovanissima Giselda (madre del fondatore della Titanus Goffredo Lombardo), che il poeta trasformerà da inesperta trasteverina in una star del cinema muto. Emanuele Bosi interpreta il giovane “testa calda” e convinto antifascista Arturo, Pietro De Silva è Nestore, Alfredo Pea dà viso e corpo a Gabriele D’Annunzio, Renato Scarpa a Papa Pio XI. Con la partecipazione di Rodolfo Laganà nel ruolo di Rapiselli, vero uomo del popolo e, per Trilussa grande amico di sbornie e di avventure. E, ancora, con la partecipazione di Giorgio Colangeli e Armando De Razza, Fabio Camilli, Nini Bruschetta, Giuseppe Loconsole. Il soggetto e la sceneggiatura sono firmati da Peter Exacoustos, Paolo Logli, Alessandro Pondi. Le due puntate sono state interamente girate a Roma, tra i vicoli incantevoli del centro, le piazze e i quartieri storici della capitale, dalla Galleria Sciarra a Trastevere, dall’Arco de’ Cenci a Piazza Campitelli, dall’isola Tiberina al Teatro dell’Opera, passando per Villa Borghese e il Campidoglio. Un set di straordinaria bellezza che riporta i telespettatori tra i luoghi e gli angoli della città in cui Trilussa ha trascorso la sua movimentata vita. (fonte Ufficio Stampa Rai)

Annunci

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...