Sanremo 2012

SANREMO 2012/ Morandi: “Voglio fare il terzo Festival”. Mazza: “Celentano un evento nell’evento”. Partenza anticipata alle ore 20.40 dopo il Tg1

«Lo dico subito: io voglio fare il terzo. Io mi candido al terzo Festival». Lo ha dichiarato Gianni Morandi durante la conferenza stampa d’apertura della 62esima edizione del Festival di Sanremo. «Sembrano passati cinque minuti dall’anno scorso – ha aggiunto Morandi – e sono felice. Certo, non sarà facile costruire venti ore di tv. Siamo partiti dalle canzoni, sono venti brani veramente di buona qualità. E’ difficile pensare che qualcuna di queste canzoni possa essere esclusa, anche se succederà con le eliminazioni. Sono contento delle tante adesioni di aver convinto anche un altro mio amico di vecchia data come Lucio Dalla a venire, anche se conosco tutti e non dovrei parlare di nessuno. Sono tutti amici e come dico sempre: se qualcuno una sera è senza voce, canto io».

In merito all’attesa performance di Adriano Celentano, che probabilmente salirà sul palco già nella prima serata di domani: «Forse mi chiamerà, forse non mi chiamerà. Mi ha detto che forse mi coinvolgerà ma anche che forse è meglio di no. Vi dico la verità: non lo so che succederà. Con Adriano è così». Mentre il direttore artistico Gianmarco Mazzi ha precisato che: «Con Adriano è decisiva l’ultima ora prima della diretta. Perché lì lui spiega tutto anche a chi deve lavorare sul palco, a tutti gli artisti e le maestranze coinvolte». Mazzi ha anche annunciato che il Festival andrà in onda su Raiuno a partire dalle ore 20.40: «Abbiamo chiesto alla Rai di iniziare alle 20.40 e ci è stato consentito di andare in onda dopo il Tg1». Il direttore artistico ha spiegato, inoltre, che il cast degli ospiti internazionali è chiuso: «Quest’anno, dato che eravamo a conoscenza di una scelta della Rai di una politica di contenimento dei costi, quando abbiamo progettato Sanremo abbiamo pensato a una serata dove gli artisti stranieri si integrassero nel meccanismo del Festival, riservandoci la possibilità di avere anche altri ospiti. La combinazione di risorse, pur molto importanti ma un po’ più limitate, non ci ha permesso avere la ‘Madonna’ della situazione. In tutto questo meccanismo siamo anche riusciti a risparmiare».

Invece il direttore di Raiuno Mauro Mazza, in riferimento ai risultati d’ascolto, ha rivelato che: «Certo che mi piacerebbe segnare un segno più rispetto agli ascolti già eccezionali dell’anno scorso. Ci sono tutte le premesse perché sia un grande e memorabile Festival».

Il direttore ha anche aggiunto: «Mi sento più emozionato quest’anno delle altre due edizioni che ho seguito. Perché questa mostra caratteri di eccezionalità. Da un lato perché abbiamo lavorato in tempi più stretti, perché è arrivato tardi il rinnovo della convenzione. Ma tutti hanno dato il massimo e mostrato grande e profondo orgoglio aziendale. Poi c’è il Festival delle canzoni che Morandi assicura degno. E dall’altro lato c’è l’evento nell’evento che è il ritorno di Adriano Celentano in tv, che è merito di Adriano ma anche della capacità seduttiva di Gianmarco Mazzi. E’ vero che Sanremo ha bisogno di Celentano ma è anche vero che Celentano ha scelto Sanremo per tornare in tv».

«In un momento storico come questo, bisogna considerare che dietro al Festival di Sanremo c’è una macchina formidabile, stiamo parlando di grandissime competenze, altrimenti viene tutto schiacciato da Celentano»: così Rocco Papaleo nella conferenza stampa all’Ariston. «Voi – rivolgendosi ai giornalisti presenti nella sala stampa – vi fissate su queste questioni, Celentano sì o no… Ma qui dietro c’e una macchina con gente molto competente, 80 grandi musicisti, grandi fonici.. Io lavoro nel cinema ma quello che vedo qui francamente non l’ho visto mai, questo “dark side of Sanremo”, gente che fa i salti mortali». Infine grande assente alla prima conferenza stampa ufficiale del Festival è stata Ivana Mrazova, momentaneamente bloccata a causa di un’infiammazione al collo.

(fonti Adnkronos e Il Secolo XIX)

Annunci

1 thought on “SANREMO 2012/ Morandi: “Voglio fare il terzo Festival”. Mazza: “Celentano un evento nell’evento”. Partenza anticipata alle ore 20.40 dopo il Tg1”

  1. Invece a noi sessantenni (svegli e pieni di esperienza di come sono andate e vanno le cose..) è piaciuto molto l’inizio di Sanremo soprattutto Celentano. Si sa chi dice la verità in questo sistema ed in passato se la deve sempre passare male.. Anche il fatto dell’idea dell’improvvisazione senza la perfezione è stata simpatica.
    Ammiriamo il coraggio e la generosità di Celentano , non riesce a molti accennare con sincerità ad argomenti profondi , Lui si che è sincero verso Dio e accenna a lui e al suo proposito.

    Mi piace

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...