Intervista a...

INTERVISTA A…/ Mattia Poggi, il cuoco di Alice, detto fatto!

(di Alessandra Giorda) Nel suo lavoro eccelle, bello, stiloso, raffinato, simpatico, dinamico, innamoratissimo della moglie, figlio e nipote devoto; sarà un umano o un extra terreste? Chi vi sto presentando questa settimana? Lui, l’inconfondibile chef più giovane di AliceMattia Poggi. In quest’intervista ci presenta il primo di una serie di libri: I buffet, detto fatto. Si racconta dal punto di vista professionale ed umano. Chi è Mattia Poggi al di fuori della trasmissione sul canale 416 di Sky, Mattia, detto fatto, scopriamolo.

D: Come nasce la passione per la cucina?

R: In realtà senza merito. Non ho nessuno in famiglia che si occupa di questo genere. La Liguria non è una regione fortemente caratterizzata dalla cucina. Ho frequentato il liceo scientifico, poi mi sono iscritto all’università alla facoltà di lingue. Dopo circa un anno ho capito, non so come, che volevo fare il cuoco. Mi sono iscritto alla Scuola Internazionale di Cucina Italiana, l’Alma, che mai avrei pensato mi avesse potuto dare un’opportunità così importante.

D: Come hai conosciuto Gualtiero Marchesi?

R: E’ il rettore dell’Alma. E’ erroneo pensare che io sia stato suo allievo, come spesso gli organi di stampa pubblicano. Figurati che lui si fa vedere, a scuola, tre al massimo quattro volte l’anno. Ci sono, però, altri grandissimi cuochi che curano la parte tecnica della scuola.

D: Sei stato in tour alla scoperta di varie cucine tra l’Italia e l’Europa, è stato interessante?

R: Moltissimo! Al contrario di quello che si può pensare, ho mangiato bene in qualsiasi Stato dove ho soggiornato. Come noi italiani siamo conosciuti all’estero per pasta, lasagne e pizza, mentre la nostra cucina è ricchissima di innumerevoli altri piatti gustosi, così a noi, degli altri Paesi, arriva solo qualcosa. Tutto il resto, quello non commercializzato, è buonissimo.

D: Qual è il piatto che hai mangiato che ti è piaciuto maggiormente?

R: La cucina greca in generale, anche i piatti più semplici sono favolosi.

D: Racconta del tuo libro: I buffet, detto fatto!

R: E’ il mio primo libro, quindi i lettori mi perdonino se magari non ho esaudito a tutte le richieste che mi avrebbero fatto sulla cucina. Essendo alle prime armi devo ancora focalizzarle bene, anche se dalle vendite avute sono soddisfatto. Ci sono ricette che sono state prese dal programma che conduco su Alice. Il libro è basato su piatti veloci e semplici da preparare in poco tempo. Si può preparare tutto in precedenza e servirlo al momento del bisogno. Ci sono varie sezioni ed una è proprio sul Natale. Oltre alle ricette ci sono anche idee e consigli.

Infatti il libro di Mattia si adatta a qualsiasi evento in tutti i mesi dell’anno, anche per Natale o Capodanno offre piatti sfiziosi e particolari. Infatti abbinando varie ricette si può abbozzare un menu da servire ai nostri invitati: per aperitivo un cocktail di ostriche alla Rockefeller più gin tonic; come antipasti capesante all’extravergine e pinoli, tartare di salmone affumicato, insalata di cappone, bocconcini alla frutta secca (ripiena di formaggi ed avvolta in salumi), Patè portafortuna (con fegatini di pollo e melagrana) e mini quiche ai porcini; un primo con pennette di farro alla Norma o crema di zucca al profumo di limone; per i secondi roast-beef con tartare di zucchine, tagliata di manzo ai tre sali con pesto leggero, petto d’anatra al miele ed una scottata di tonno al sesamo; concludendo con i dolci, coppette di panettone e spiedini di frutta con fondente di cioccolato al peperoncino. Molte altre sono le ricette descritte che in maniera semplice possono farvi fare un figurone con i vostri commensali.

D: Qual è il tuo piatto preferito, in generale?

R: La trippa in umido. Non la batterà mai nessun piatto!

D: Grande attenzione da parte dei media sulla notizia che sei stato conteso tra Madonna e Jennifer Lopez, in realtà quali sviluppi ci sono stati?

R: Madonna non mi ha mai cercato è stata una montatura mediatica dove hanno ricamato parecchio. Il contatto con la Lopez in realtà c’è stato. Avrei dovuto preparare un banchetto per il giorno del suo anniversario di matrimonio, ma non si è fatto nulla. Troppa distanza tra me ed il posto dove avrebbe avuto luogo la festa. Loro vivono a New York, sono portoricani è il tutto sarebbe stato troppo complicato.

D:  Della Venere nera, cosa ci racconti, cosa le hai insegnato a cucinare?

R: Ti assicuro che è stata un’altra montatura! E’ successo che Naomi Campbell era in vacanza a Saint Moritz ed ha avuto modo di vedere la mia trasmissione su Alice. Il suo commento è stato che era molto interessante. Dal suo commento i media ne hanno fatto uno scoop. Non le ho dato nessuna lezione di cucina, anche perché secondo me non l’avrebbe neanche presa. Non è il tipo.

D: Ora, nella tua cucina di Alice, inviti persone comuni a cucinare. Com’è nata l’idea?

R: Da una precedente sponsorizzazione. Ha dato ottimi risultati ed abbiamo deciso di mantenerla. E’ una bella idea. Trattiamo piati semplici che provengono da persone che non si intendono di cucina. Si instaura un rapporto divertente con gli ospiti. Di carattere io sono molto espansivo e le persone che hanno partecipato, fino ad ora, tutte simpatiche e molto versatili. Abbiamo visto che quest’idea funziona e quindi la manteniamo.

D: Come hai conosciuto tua moglie?

R: Era un’amica di un mio amico di Facoltà. Pensa che dopo sei mesi l’ho sposata, dopo essere stato fidanzato con un’altra per cinque anni. E’ stato uno shock per me passare da una all’altra e sposarmi subito.

D: Cosa ti ha colpito di Laura che in sei mesi ti ha stravolto la vita?

R: Intanto il fatto che mi ha fatto girare la testa e continua tutt’ora dopo tre anni. E’ molto intelligente, mi segue con attenzione, dedizione e mi sa consigliare. Mi sgrida ed io sgrido lei. E’ un bel rapporto.

Nel parlare della moglie, Mattia si soglie e si intuisce che è innamoratissimo. E’ la donna della sua vita e confessa che…

D: A quando un bimbo?

R: Ho fatto una promessa a Laura: entro i suoi trent’anni avremo un bimbo. Tu fai conto che ha quasi 29 anni, quindi a buon intenditore…

D: Dove trascorrerai il Natale e con chi?

R: In famiglia, finalmente nella nostra casa nuova a Genova. L’abbiamo comprata da quasi un anno ed la prima volta che trascorriamo il Natale lì.

D: Chi cucinerà?

R: Purtroppo io! Farò la trippa mia preferita, almeno a Natale posso concedermela. Non ho modo durante l’anno, poiché nessuno in famiglia la mangia tranne i miei genitori. Così a Natale che siamo tutti insieme, me la gusto.

D: A quando il prossimo libro?

R: Il prossimo anno, 2011. Ho in programma quattro libri in quarto anni. Non sono io così ambizioso, ma la “casa editrice” sì e mi spreme.

Mattia, genovese doc, insegna come fare il vero pesto in maniera semplice e veloce ai lettori de ilTelevisionario:

Ingredienti:

q.b. olio

una manciata di pinoli

uno spicchio d’aglio

q.b. di sale grosso

q.b. basilico

q.b. parmigiano

q.b. pecorino

Mettere il frullatore in freezer a ghiacciare, estrarlo e mettere un po’ di olio, una manciata di pinoli ed uno spicchio d’aglio, frullare fino a rendere il tutto una crema. Aggiungere del sale rigorosamente grosso, frullare da velocità moderata aggiungendo il basilico fino a quella più veloce possibile. Solo alla fine mettere parmigiano e pecorino. Se, invece, si deve conservare e non consumare immediatamente, non aggiungere parmigiano e pecorino, altrimenti si ossiderebbe e sarebbe facilmente deperibile.

Annunci

3 thoughts on “INTERVISTA A…/ Mattia Poggi, il cuoco di Alice, detto fatto!”

  1. La notizia di Naomi Campbell e di Madonna è solo una montatura mediatica, una invenzione per farsi pubblicità…. io avevo sentito puzza di bruciato, ma tanti creduloni sul web ci hanno creduto! Ora lo sapete: solo invenzioni!

    Mi piace

  2. LA NOTIZIA DI MADONNA E NAOMI CAMPELL è STATA SOLO UNA MONTATURA MEDIATICA.
    In questa intervista lo dichiara. Probabilmente si è reso conto che ci ha fatto solo una brutta figura, ed ora corre ai ripari, visto che la gente con un po’ di cervello si è accorta subito che era una notizia falsa.

    Madonna non mi ha mai cercato è stata una montatura mediatica dove hanno ricamato parecchio. ….. Ti assicuro che è stata un’altra montatura!

    Cosa non si fa per un po’ di pubblicità, per farsi un nome, quando non di hanno abilità nè meriti….. blah!

    Mi piace

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...