News

E’ passione tra Vittoria Puccini e Rodrigo Guirao Diaz, protagonisti della fiction “Violetta” che andrà in onda su Raiuno nel 2011

(di Nicoletta Tamberlich ANSA) La sensuale attrice toscana Vittoria Puccini, e l’argentino Rodrigo Guirao Diaz, reduce dal successo di pubblico di Terra Ribelle su RaiUno, vivono, una storia di passione romantica e civile: sono in questi giorni sul set di una fiction in costume ‘Violetta‘, ambientata negli anni roventi dell’Unità d’Italia, che andrà in onda sulla rete ammiraglia della Rai nel 2011.

Liberamente ispirata al celebre romanzo ‘La Signora delle Camelie’ di Alexandre Dumas figlio, base dell’opera romantica ‘La Traviata’ di Giuseppe Verdi, Violetta è una miniserie in due puntate, all’insegna dell’amore struggente e della passione, sullo sfondo di un’avvincente spy-story. Ambientata a Milano, la fiction viene girata tra Torino e il suo hinterland, e vede tra le location anche le fortezze militari di Alessandria, Asti e Piombino. Una coproduzione RaiFiction – Magnolia Fiction – Beta Film GmbH per la regia di Antonio Frazzi (ha diretto anche i film per la televisione Giovanni Falcone, l’uomo che sfidò Cosa Nostra e Il commissario De Luca) e le scene di Maurizia Narducci. A firmare la sceneggiatura Sandro Petraglia uno degli autori più rappresentativi del cinema e della tv (Romanzo Criminale, la Meglio Gioventù, La Piovra, Bianca).

Nel ruolo di Violetta Valery, la Puccini, nota al pubblico televisivo per l’interpretazione in costume nella serie televisiva Elisa di Rivombrosa di Cinzia Th Torrini (ma con all’attivo anche buone prove cinematografiche come Ma quando arrivano le ragazze di Pupi Avati e le fiction La Baronessa di Carini e la Città dei Matti). Nel ruolo di Alfredo, Rodrigo Guirao Diaz: fisico scultoreo, occhi cerulei, ha già conquistato il cuore di molte fan in Terra Ribelle, la saga della Th Torrini (7.241.000 telespettatori, 24,62% nell’ultima puntata) e delle giovanissime ne Il mondo di Patty. Rispetto alla Signora delle Camelie di Dumas, la vicenda avrà un finale meno drammatico.

Nel cast anche Andrea Giordana che interpreta il duca di Sagrado e Tobias Moretti nel ruolo di Caleffi. E’ il 1844 quando Alexandre Dumas figlio conosce Marie Duplessis, la donna che gli ispirerà il suo più noto romanzo La signora dalle Camelie (1848). Per l’epoca in cui fu scritto il tema era scandaloso. E’ stato infatti oggetto di critiche e interpretazioni diverse ed ha suscitato lo sdegno dei benpensanti ma ha soprattutto commosso migliaia di lettori nel mondo. E’ la storia dell’infelice amore tra Margherita (Violetta) e Armando (Alfredo). Infelice perché contrastato in nome delle buone regole piccolo-borghesi. Lei è infatti la mantenuta, abituata a vivere nel lusso, a indossare abiti sontuosi, a essere circondata di gioielli e accessori preziosissimi che si innamora del giovane di buona famiglia.

Tuttavia, la fama de La signora delle camelie è legata soprattutto alla trasposizione in musica composta da Giuseppe Verdi, La Traviata, che venne rappresentata per la prima volta al Teatro La Fenice di Venezia nel 1853. Margherita Gautier, o Violetta Valery ne La Traviata, è diventata nel tempo un simbolo, interpretato da celeberrime donne di spettacolo: Eleonora Duse, Greta Garbo, Maria Callas. Disperato tentativo di riscatto e incompreso sacrificio emergono dal racconto dando vita a una narrazione che oggi potremmo definire “una storia d’altri tempi”, ma che certamente continua ad affascinare e a suscitare sensazioni, emozioni con la stessa forza di un tempo.

Annunci

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...