News

Santoro fa appello al pubblico: “Punizione umilante, difendeteci”

Annozero sospeso per due puntate, ma da lunedì. Stasera in onda “e faremo il nostro lavoro come al solito. E come al solito daremo molto fastidio. Molto”, avverte Sandro Ruotolo, protagonista del programma condotto da Michele Santoro, al Secolo d’Italia. Per Ruotolo, con la sospensione al conduttore, in realtà “hanno voluto chiudere Annozero. Hanno voluto chiudere una voce scomoda”.

Perché con Santoro sospeso una “grande azienda cercherebbe di salvaguardare il prodotto giornalistico, il programma, anche per evitare di perdere risorse preziose provenienti dalla pubblicità. E invece niente. Masi ha fatto di tutto per non evitare danni all’azienda che dirige”. Insomma “non esiste un motivo aziendale ed editoriale per ‘oscurare’ Annozero per due puntate. Eppure Masi ha fatto proprio questo. Per evidenti ragioni politiche. Qualcuno ricorda l’inchiesta di Trani?”.

SANTORO IN APERTURA – Michele Santoro prende di mira Silvio Berlusconi dopo il provvedimento di sospensione contro di lui deciso dal direttore della Rai Mauro Masi: “Noi, caro presidente del Consiglio – dice nel tradizionale discorso di apertura di Annozero – non siamo l’opposizione della tv. Siamo il primo programma di informazione della tv italiana e insomma, io l’ho sempre rispettata ma questo è il motivo per cui lei, come si dice, ‘non ce vo’ stà’. Noi non siamo perdenti, siamo forti e questo è il problema”.

I dieci giorni di sospensione inflittigli dal direttore generale della Rai rappresentano “una punizione umiliante, una cosa che non si è mai vista in questa azienda, nemmeno a quelli che hanno rubato”. E allora per un verso ecco il ricorso all’arbitrato interno per capre se il provvedimento sia fondato o meno, e per un altro verso siano i telespettatori a scendere in campo, scrivendo direttamente al presidente della Rai Paolo Garimberti e chiedendo che Annozero non sia sospeso per le due puntate che cadono nel periodo di validità del provvedimento disciplinare. È l’appello che Michele Santoro ha lanciato questa sera parlando della vicenda che lo coinvolge in prima persona. Santoro ha chiesto ai telespettatori del programma di Raidue che “in ogni caseggiato venga raccolta una dichiarazione rivolta al presidente della Rai e dove si dica ‘io sono un abbonato della Rai e non voglio essere punto al posto di Santoro. Non interrompete Annozero”.

Santoro ha proseguito dicendo ai telespettatori “vorrei che voi non perdeste di vista un concetto fondamentale avete diritto a non vedere ridotti i vostri cervelli a un’unica ‘marmellatà televisiva. Se farete queste cose e se faremo vedere quanti siete che riconoscono la dignità e la diversità del lavoro, vuol dire che abbiamo dimostrato che questa è l’anteprima non di Annozero ma di un anno nuovo che sta per cominciare”.

[da Il Giorno.it]

Annunci

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...