News

Raitre, Ruffini: un autunno tra sfide e conferme

Lasciatesi alle spalle le polemiche legate al suo reintegro alla direzione di Raitre da parte del giudice del lavoro e che hanno caratterizzato questi ultimi mesi, ma di cui dice “non ho più nulla da dire”, Paolo Ruffini, è pronto ad affrontare un autunno ricco di sfide.

Parlando con l’ANSA il direttore della terza rete spiega che sarà una delle reti che offrirà ai telespettatori maggiori novità, sia in prima serata che in day time. Ma, tiene a puntualizzare Ruffini, “molti di questi programmi erano stati voluti da Antonio di Bella al quale rinnovo la “mia stima” e altri da me”. La sorella minore della Rai insomma conferma il suo ruolo di rete di servizio pubblico, con un occhio sempre rivolto all’informazione e al sociale senza per questo rinunciare all’intrattenimento. Con la sua spiccata vocazione al talk, soprattutto politico, arricchendo la sua squadra con qualche nuovo ingresso. “In un paese ubriacato dalle parole – ha spiegato Ruffini – é importante tornare a raccontare le cose senza pregiudizi, con un linguaggio semplice e diretto in modo da coinvolgere il telespettatore che ha il diritto di essere informato” Tra le novità, una puntata pilota, trasmessa ieri alle 21.05 di ‘Cosmo’, con un sottotitolo esplicativo: ‘Siamo tutti una rete’. E’ un esperimento di programma, spiega, di “divulgazione scientifica fuori dagli schemi tradizionali, dedicato ai temi della scienza e dell’innovazione”, che Raitre ha realizzato assieme alla factory di Gregorio Paolini. Se il format avrà successo si penserà ad una serie vera e propria.Intanto stasera le nuove puntate delle inchieste forti di Presa diretta di Riccardo Iacona. Per quanto riguarda i palinsesti di RaiTre da ricordare che la mattina verrà completamente ristrutturata con due programmi nuovi, anche se i conduttori saranno volti ben noti al pubblico del terzo canale. Mandato in pensione Cominciamo bene con tutte le sue rubriche, a partire dal 27 settembre saranno Agorà e Apprescindere le nuove trasmissioni del morning time. A seguire Michele Mirabella con un nuovo talk show che avrà come filo conduttore, in occasione dei festeggiamenti per i 150 anni dell’unità d’Italia. E le Storie di Corrado Augias. Il pomeriggio ci sarà la nuova edizione, sempre condotta da Sveva Sagramola, di Geo & Geo che quest’anno si amplia e che nella prima parte vede la conduzione di Massimiliano Ossini orfano di Linea Verde. Tra i programmi più attesi a metà ottobre Articolo 3, che Maria Luisa Busi condurrà il venerdì in prima serata nello spazio che era di Mi manda Raitre. Il bel titolo è stato immaginato proprio da Ruffini. E’ confermato il lunedì sera il ritorno di Federica Sciarelli con i casi di Chi l’ha visto?; il martedì il talk politico con Giovanni Floris, Ballarò; nel prime time del sabato anche Ritorno al futuro, un nuovo progetto alla cui guida ci sarà Alex Zanardi che ci condurrà, grazie a dei documentari, verso scenari che indicano il futuro della nostra società tra progresso e tecnologia. La domenica spazio anche per le inchieste di Milena Gabanelli ed il suo Report e per la salute, con Elisir di Mirabella. Dopo innumerevoli polemiche è pronto a partire il progetto in quattro puntate di Fazio e Roberto Saviano, Vieni via con me. Seconda serata: sarà di nuovo Serena Dandini a darci la buonanotte con il suo talk satirico Parla con me, mentre la domenica sera fa il ritorno in Rai Gene Gnocchi con il suo Gene Gnocchi Show. Spazio anche alla cronaca con le Storie Maledette di Franca Leosini, Amore criminale e Un giorno in pretura.

[di Nicoletta TamberlichANSA]

Advertisements

4 thoughts on “Raitre, Ruffini: un autunno tra sfide e conferme”

  1. Purtroppo non e’ ancora chiaro quando andra’ in onda il programma di servizio pubblico “Chi l’ha visto?”.

    Nello spot televisivo c’e’ scritto “prossimamente”; sul sito internet di “Chi l’ha visto?” sembra che il programma sia stato di nuovo spostato a mercoledi’, per far posto al programma di Pippo Baudo che dovrebbe cominciare lunedi’ 20 settembre. Pippo Baudo dovrebbe far concorrenza a Gerry Scotti, ma il programma di quest’ultimo sembra che vada in onda il martedi’. Verra’ spostato “Ballaro'” per permettere a Pippo Baudo di far concorrenza a Gerry Scotti? Ho forti dubbi su questo.

    Noto sempre con rammarico che programmi di Servizio Pubblico sono sempre sacrificabili (e sopprimibili, si veda “Mi Manda Raitre”). Con questo andazzo, temo che il prossimo programma che vogliono sopprimere sia proprio “Chi l’ha visto?”.

    La Rai in generale e il direttore Ruffini in particolare dovrebbero comprendere che i programmi di Servizio Pubblico non sono sacrificabili e dovrebbero essere tenuti fuori dai giochi dell’audience e “blindati”. Sacrificare i programmi di Servizio significa rinnegare la mission e l’identita’ stessa della Rai.

    Mi piace

    1. Purtroppo “Chi l’ha visto?” tornera’ in onda il mercoledi’ e non il lunedi’, e sara’ “braccato” da “Un posto al sole” e “TG3 minuti” prima e da “Parla con me” dopo. Sicuramente “Chi l’ha visto?” non andra’ in onda quando dovranno fare gli speciali di “Che tempo che fa” e le partite di calcio dell’Italia under 21. E forse anche quando ci saranno delle puntate “speciali” del circo.

      Se questo e’ quanto deciso dal direttore di Raitre Ruffini per un programma di Utilita’ Sociale (fonte ANSA: “E confermato il lunedi’ sera il ritorno di Federica Sciarelli con i casi di Chi l’ha visto?”), che dire? Mi sono gia’ espresso in precendenti occasioni sempre in questo spazio, di cui ringrazio dell’ospitalita’ e della quale non voglio abusare ripetendo (purtroppo) le stesse cose.

      Se volesse la Rai dimostrare buona volonta’ (o semplicemente se facesse il proprio dovere), Rai Extra dovrebbe cominciare a mandare in onda le repliche di “Chi l’ha visto?” (o comunque i servizi sulle persone tuttora scomparse), non avendolo mai fatto prima. In un mondo ideale Raitre, privandosi di una delle sue tre/quattro telenovele (ho perso il conto), potrebbe mandare in onda strisce quotidiane di “Chi l’ha visto?” o comunque creare spazi quotidiani in cui far vedere dal sito di “Chi l’ha visto?” (costo dell’operazione: meno di zero) le schede delle persone scomparse.

      Noto inoltre che hanno gia’ accantonato “Cosmo”. Infatti sabato prossimo 11 settembre andra’ in onda uno “Speciale Superquark”. Non conosco i risultati di audience di “Cosmo”, ma noto che si continua a puntare tutto sugli ascolti e basta. Non puo’ Raitre iniziare un nuovo programma di divulgazione scientifica (e’ vero che era un numero zero o puntata pilota) e poi smetterlo, senza neanche dare una spiegazione di alcuna sorta. Questo atteggiamento spinge solo le persone ad allontanarsi da questo genere di programmi;

      Comunque la Rai, se mai avesse intenzione di fare un programma senza nemmeno scomodare degli esterni, potrebbe farne uno in cui divulgare le attivita’ dei propri ingegneri (intendendo in questo spazio anche quelli non laureati in ingegneria ma che con la propria esperienza ed ingegno hanno dato e danno un contributo importante) sparsi in tutta Italia e forse molto spesso abbandonati a se stessi. Vi sono progetti come il DAB (digital audio broadcasting) che hanno ormai piu’ di dieci anni e che potevano diventare – assieme al digitale terrestre (un digitale terrestre diverso, in cui l’interattivita’ era possibile via etere e non per mezzo di una linea telefonica, la quale implica un divario tra chi puo’ spendere e chi non puo’ permetterselo) – il fiore all’occhiello della RAI non solo in Italia ma anche nel Mondo.

      Mi piace

      1. Chi l’ha visto” andrà in onda di mercoledì così come preannunciato dagli spot pubblicitari. Il giorno di programmazione di “Vieni via con me” di Fazio e Saviano dovrebbe essere invece il lunedì, salvo cambiamenti. Le partite dell’under 21 invece sono previste di sabato in base a quanto riportato dalla Sipra, la concessionaria di pubblicità della Rai. Pertanto credo che “Chi l’ha visto” almeno fino a dicembre sarà al sicuro in quella collocazione.

        Poi concordo con te sul fatto che Raitre potrebbe creare una striscia quotidiana della trasmissione della Sciarelli. Per quanto riguarda la trasmissione Cosmo , andata in onda sabato 4 settembre, era una puntata-zero per testare appunto le potenzialità del programma. L’ascolto è stato un pò basso, pari a 1 milione 53mila telespettatori (5.91% di share). Non si sa se, in futuro, tornerà in palinsesto in una collocazione stabile su Raitre.

        Mi piace

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...