News

La sfida di Murdoch è sul digitale: arriva Cielo, il canale gratis di Sky

Rupert Murdoch sbarca nel “cielo” del digitale terrestre. Si chiama proprio “Cielo” il nuovo canale in chiaro che dal primo dicembre andrà ad arricchire l’offerta gratuita del Dtt e che News Corporation realizzerà affittando una delle frequenze di Rete A, tv del Gruppo L’Espresso.

Dopo la digital key, che sempre da dicembre consentirà agli abbonati all’alta definizione di vedere la programmazione gratuita del digitale terrestre, Murdoch scommette dunque su una piattaforma alternativa al satellite e destinata a diffondersi sempre più in Italia con i progressivi switch off: il 16 novembre tocca a Roma, il 30% della popolazione sarà “all digital” entro il 2009, il 70% entro il 2010.

Cielo – traduzione italiana di Sky – proporrà un palinsesto generalista, con l’80% di prodotti inediti per la tv in chiaro: ci saranno diverse edizioni giornaliere di Sky Tg24 (in simul cast con il satellite), quiz, film, reality show, serial di acquisto (come Life on Mars) e produzioni italiane (come Donne assassine). Il nuovo canale beneficerà infatti dell’esperienza e delle infrastrutture di Sky Italia, nonchè di alcuni programmi originali della piattaforma.

Cielo porterà «più concorrenza in un settore attualmente dominato da Mediaset e Rai», spiega Gary Davey, chief operating officer di News Corporation Station Europe (divisione del gruppo News Corp) e general manager del nuovo canale. «In considerazione del fatto che Cielo arriva nelle case degli italiani mentre il passaggio verso il digitale terrestre sta progredendo rapidamente, e che il canale realizzerà sinergie con gli investimenti già effettuati da Sky Italia, siamo convinti che Cielo si dimostrerà presto un altro investimento di successo per News Corporation in Italia, basato su un business plan realistico e vantaggioso in termini di costi», continua Davey, che si augura di raggiungere, «non appena lo switch off sarà completato in tutta Italia, uno share vicino a quello dei due principali canali in chiaro che operano sul digitale, ovvero Boing e Rai 4». Già al momento del lancio, Cielo raggiungerà un bacino di 12 milioni di famiglie, cioè oltre la metà della popolazione italiana.

«Ben venga l’arricchimento dell’offerta gratuita», commenta Andrea Ambrogetti, presidente di DGTVi, il consorzio dei broadcaster coinvolti nel passaggio al digitale terrestre. «Con Cielo sale a 35 il numero dei canali gratuiti disponibili e si rafforza la nostra piattaforma: vedremo quale sarà il profilo editoriale del nuovo canale».

Per il debutto nel panorama del digitale terrestre, Murdoch ha bussato alla porta del Gruppo L’Espresso di Carlo De Benedetti, affittando capacità trasmissiva da Rete A. In base agli impegni assunti con l’Antitrust Ue all’atto della fusione Stream e Tele+ nel marzo 2003 (e in scadenza il 31 dicembre 2011), News Corp non può intraprendere in Italia attività nel digitale terrestre nè come «operatore di rete» nè come «operatore di servizi televisivi a pagamento al dettaglio»: di qui la scelta di affittare frequenze per realizzare un canale in chiaro.

Alla News Corporation Station Europe fanno già capo in Europa altri canali “free”: Fox Turkey, quinta rete turca per ascolti; in Bulgaria bTV, leader nella fascia 18-49 anni con una media del 35% (ma anche Radio CJ); Fox Serbia e le emittenti lettoni LNT e TV5.

da La Stampa.it

Annunci

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...